Come pulire la lavatrice e prevenire la formazione di cattivi odori e calcare utilizzando prodotto naturali e super efficaci?

Una lavatrice profumata e senza residui di calcare non può che garantire ottimi risultati di igiene e pulito per quanto riguarda i panni. Con dei prodotti naturali dall’azione disinfettante e anti odore potrete pulire la lavatrice ogni volta che ne avrete bisogno senza il rischio di rovinarla: un esempio classico è l’aceto di vino bianco che, oltre a sciogliere il calcare, vi aiuterà a eliminare i cattivi odori. Se unito al bicarbonato, diventa un vero portento per la pulizia di cestello e filtri; affidatevi anche alla straordinaria azione disinfettante del limone e all’inebriante essenza dell’olio di lavanda.

Vediamo, dunque, come usare al meglio i prodotti naturali per la pulizia della lavatrice e come prevenire la formazione di cattivi odori.

Come pulire la lavatrice che puzza?

Un primo rimedio per eliminare il cattivo odore consiste nel preparare una miscela con mezzo bicchiere di aceto bianco e due cucchiai di bicarbonato. Mettetela nel cestello strofinando sulla superficie e fate girare a 30°C o 40°C per circa quindici minuti; lasciate lo sportello aperto per circa dieci minuti prima di eseguire un nuovo lavaggio.

rumori bianchi
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/lavatrice-asciugacapelli-902359/

Se si utilizza la lavatrice in modo frequente è opportuno eseguire un lavaggio rinfrescante a vuoto una volta a settimana preparando una portentosa soluzione sgrassante e disinfettante a base di aceto, limone e bicarbonato. Strofinatela all’interno del cestello e fate un lavaggio a vuoto a 90 °C in modo da disinfettare a fondo. Questo procedimento è particolarmente indicato dopo aver lavato tappeti, strofinacci o tessuti molto sporchi per eliminare ogni residuo possibile e cattivo odore dalla lavatrice.

Per garantire una pulizia anche dei filtri ed evitare la formazione di calcare versate dell’aceto di vino bianco o dell’aceto di mele nella vaschetta e fate un lavaggio a vuoto a 90 °C per trenta minuti. Se l’odore dell’aceto non è gradito si possono aggiungere delle gocce di olio essenziale di lavanda o di vaniglia nella vaschetta.

3 consigli per prevenire la formazione di cattivi odori

– Una volta terminato il lavaggio non dimenticate i panni nel cestello con lo sportello chiuso. Il rischio è che si crei umidità e oltre a dover lavare di nuovo i panni si sarà accumulato un odore poco piacevole di chiuso;

– Quando lavate strofinacci o capi molto sporchi aggiungete qualche goccia di olio essenziale al detersivo. Questo trucco vi aiuterà ad avere non solo i panni più profumati, ma anche la lavatrice senza cattivi odori;

– Eseguite una manutenzione periodica dei filtri, del cestello, delle gomme e delle guarnizioni.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/lavatrice-asciugacapelli-902359/

ultimo aggiornamento: 22-03-2019


Arriva il training killer: l’allenamento amato da Meghan Markle!

Eiaculazione precoce, i rimedi naturali per migliorare le prestazioni