Tutti conoscono l’annoso inestetismo della cellulite, ma pochi sanno che questa condizione colpisce quasi il 90% delle donne, anche quelle esili e in perfetta forma fisica.

L’uso di macchinari anticellulite, in particolare i macchinari ad ultrasuoni per cellulite si confermano in realtà gli strumenti migliori in assoluto, in quanto efficaci e indolore.

Chiunque inizi la sua battaglia contro questo inestetismo si trova in genere dinanzi ad una quantità infinita di informazioni, specie se apprese dal web, alcune delle quali sbagliate, circa la migliore crema da utilizzare e l’infallibile dieta da seguire per contrastarne l’insorgenza ed il peggioramento.

Pochi hanno reale consapevolezza di come funzionino invece gli ultrasuoni e di quanto efficace possa rivelarsi, programmare un trattamento del genere, al fine di sanare il problema alla radice ed in maniera drastica.

Macchinari per cellulite: ecco tutti i vantaggi

La cellulite può colpire tanto le donne in sovrappeso, quanto le donne magre e, anche se con meno frequenza, può interessare anche gli uomini.

I macchinari per cellulite più professionali sono programmati per il trattamento di ogni tipo di pelle, che, generalmente, interessa la regione pelvica, quella dell’addome, delle natiche e delle gambe, e, più comunemente, quella delle cosce.

Altro vantaggio di questi macchinari è quello di poter trattare la pelle colpita a prescindere dallo stadio in cui si trova la cellulite, quindi sia al primo, in cui la cellulite mostra poca alterazione, visibile solo ad uno sguardo ravvicinato; che a quello successivo, stadio questo in cui la cellulite inizia a mostrare alcuni segni rivelatori visibili: è decisamente meno elastica e inizia a presentare delle piccole fossette.

Questi macchinari rappresentano la scelta d’eccellenza anche quando la cellulite si trova all’ultimo stadio, quello cioè in cui questo inestetismo diventa visibile con segni più evidenti, quali: pelle più ruvida, fossette visibilmente marcate e perdita di tono e di elasticità, con aspetto analogo a quello della buccia d’arancia.

Non si tratta assolutamente di un trattamento doloroso e dopo ogni seduta è possibile tranquillamente tornare a svolgere le normali attività quotidiane.

Cellulite
Cellulite

La macchina ultrasuoni per cellulite: ecco perché aiuta davvero

L’uso di creme drenanti rappresenta senza dubbio una buona abitudine, unitamente ad un corretto stile di vita basato sulla scelta di una buona alimentazione e di una regolare attività fisica mirata.

Tuttavia, in molti casi, tutto ciò per quanto sia fondamentale, non è sufficiente e si rende necessario intervenire in maniera più tecnica avvalendosi di un buon macchinario per cellulite che assicuri un trattamento dall’esterno.

Naturalmente, gli effetti migliori si ottengono combinando insieme le due cose, quindi sia assumendo uno stile di vita più sano che agendo dall’esterno con l’uso di questi strumenti all’avanguardia.

Il modo in cui, tecnicamente, questi ultimi agiscono è più semplice di quanto si possa immaginare: gli ultrasuoni agiscono direttamente sul grasso trasformandolo in scarto, che viene poi eliminato naturalmente dall’organismo, proprio grazie al calore.

Nel trattamento in questione, i dispositivi possono arrivare a raggiungere una penetrazione pari a 3 cm circa di profondità sottocutanea, confermandosi un trattamento più incisivo e sicuro rispetto ad altri trattamenti non invasivi per la cellulite. Il meccanismo alla base trattamento ad ultrasuoni, sta appunto nell’emissione di onde sonore ad alta frequenza, in grado di aumentare il flusso sanguigno e tutto ciò consente così all’ossigeno di passare negli interstizi cellulari adiposi.

In particolare le macchine ultrasuoni per cellulite sono state, negli ultimi anni, adattate e potenziate al fine di garantire risultati ancora più performanti, assurgendo quindi a migliore procedura non chirurgica e non invasiva per coloro che non intendono, per le ragioni più svariate, sottoporsi a interventi impegnativi come la chirurgia estetica e la liposuzione.

Alcuni pazienti sperimenteranno notevoli risultati già dopo la prima sessione, anche se la maggior parte di essi necessita di diversi trattamenti – circa 10 – 12 sedute, a seconda dei casi – per ottenere risultati massimi.

Naturalmente, spetta a chi utilizza questi macchinari, programmare dei trattamenti mirati e altamente personalizzati, che tengano conto di vari fattori, tra i quali caratteristiche e condizioni individuali, età, stadio in cui si trova la cellulite, ecc.

Quali effetti si ottengono con gli ultrasuoni

La cellulite non è l’unico inestetismo che viene efficacemente contrastato con l’uso di un buon macchinario anticellulite.

 Gli altri benefici che questo trattamento estetico è in grado di garantire, a lungo termine sono:

  • Perdita armonica di peso;
  • Tonificazione dei tessuti;
  • Riduzione dello strato adiposo;
  • Riduzione della lassità cutanea;
  • Vascolarizzazione sanguigna;
  • Miglioramento della texture cutanea.

L’apparecchiatura consente di svolgere un’attività commisurata alla modalità del trattamento e agli effetti che si vogliono ottenere.

Il trattamento con gli ultrasuoni può essere utilizzato per gli inestetismi che riguardano le seguenti zone:

  • Addome;
  • Glutei;
  • Interno coscia;
  • Interno ginocchio;
  • Braccia.

Gli studi ne confermano l’efficacia e gli effetti sono visibili: gli ultrasuoni rappresentano il futuro in fatto di estetica.


Scopriamo il funzionamento e l’applicazione delle ciglia finte magnetiche

Tagli capelli 2020: quali sono le tendenze must have del nuovo anno