La cheratosi pilare è un problema della pelle più comune di quanto si pensi. Scopriamo di cosa si tratta e come rimediare.

La cheratosi pilare, nota anche come cheratosi follicolare è una condizione della pelle che presenta la formazione di zone più spesse o di foruncoli che possono essere di colore chiaro o rosso.
In genere, tende ad interessare le braccia, le gambe, i glutei e le guance e scompare entro i 30 anni.
Per fortuna non si tratta di un problema grave, ciò nonostante può essere fastidioso per chi ne soffre, sopratutto se si presenta in zone visibili e pertanto in grado di causare disagio. Per questo motivo, in base alla gravita della situazione, il medico può prescrivere dei trattamenti specifici per contrastarla.

Ipercheratosi follicolare e cause più comuni

Per questo problema della pelle, risalire a delle cause precise non è sempre facile in quanto ce ne sono davvero tante.

cheratosi pilare
cheratosi pilare

Tuttavia ci sono condizioni che, più di altre, possono facilitarne la comparsa. Tra queste ricordiamo la dermatite atopica e l’ittiosi. Inoltre, in più di un caso, è stata riscontrata una sorta di ereditarietà autosomica dominante che potrebbe essere in qualche modo collegata al problema.

Per quanto riguarda i brufoli, questi non sono quasi mai associati a prurito e a volte possono sfociare in bolle sul sedere o in altre zone del corpo. Queste ultime non sono mai dolorose ma si possono trattare dietro parere medico.

Cheratosi pilare: i rimedi da mettere in pratica

Per la cheratosi pilare, una cura vera e propria non esiste ancora. E questo sopratutto perché è un tipo di dermatite che tende a regredire da sola. In alcuni casi, però, il medico può prescrivere dei farmaci in grado di contrastarla. Tra questi ci sono gli esfolianti a base di sostanze che vanno dall’acido salicilico all’acido lattico e le creme a base di retinoidi che andrebbero però assunte sempre con la dovuta cautela.

Un altro modo per aiutarsi è indubbiamente quello di mantenere la pelle sempre ben idratata e di non usare in alcun modo sostanze aggressive che nella maggior parte dei casi, porterebbero a dei peggioramenti.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 27-05-2022


Prodotti a base di CDB: proprietà e benefici per il nostro benessere

Correre per dimagrire: perdere peso sì, ma l’allenamento deve essere graduale