Bacche di maqui: proprietà, valori nutrizionali e controindicazioni

Maqui, le proprietà benefiche di un frutto alleato del cuore

La bacca di maqui, conosciuta anche come il mirtillo della Patagonia, è un frutto davvero ricco di sostanze che hanno effetti benefici sulla nostra salute.

Sei alla ricerca di un antiossidante naturale? Le bacche di maqui sono frutti esotici di una pianta molto diffusa nell’America del Sud, e più precisamente nella Patagonia. Le bacche assomigliano molto ai mirtilli, anche nel loro colore blu-porpora. A donare loro questo colore è una sostanza chiamata antocianina, un pigmento vegetale che rientra nella categoria dei polifenoli. Quali sono le proprietà e le controindicazioni delle bacche del maqui?

Maqui: calorie e valori nutrizionali

Il maqui è un frutto piccolino e dal sapore molto dolce, che possiede caratteristiche molto interessanti a livello nutrizionale. Povero di calorie – ne contiene circa 50 in una porzione di 100 grammi – e per questo motivo adatto a chi segue una dieta dimagrante, è una buona fonte di fibre e di carboidrati.

Inoltre queste bacche sono ricche di antiossidanti: contengono infatti una buona quantità di antocianine, che contrastano i radicali liberi e proteggono dall’invecchiamento cellulare. Anche vitamine e sali minerali sono presenti in abbondanza, tanto che le bacche di maqui rientrano a pieno titolo tra i superfood, energizzanti e ricchi di proprietà salutari.

Le proprietà del maqui

Bacche di maqui
Fonte foto: https://pixabay.com/sk/photos/ostru%C5%BEina-bobule-chutn%C3%A9-jes%C5%A5-1265600/

Una delle azioni più interessanti di questo frutto va a beneficio del cuore. Le antocianine e la vitamina E agiscono infatti come potenti antiossidanti e proteggono la salute cardiovascolare. In particolare, regolano i livelli del colesterolo nel sangue, irrobustiscono le pareti dei vasi sanguigni e prevengono infarto e ictus.

Anche il sistema immunitario viene stimolato dalle antocianine: questi polifenoli diminuiscono le reazioni allergiche e infiammatorie, riducono il rischio di sviluppare malattie degenerative e inibiscono la crescita delle cellule cancerose, soprattutto per quanto riguarda il tumore al colon.

Infine, il maqui è un frutto che protegge la pelle e la vista, mantiene la glicemia a livelli normali, ripara e protegge il tessuto connettivo e ha azione astringente. Un’ultima particolarità riguarda la sua capacità di stimolare il metabolismo e accelerare il processo che permette di bruciare i grassi, aiutando a perdere peso.

Maqui: le controindicazioni

Queste bacche devono essere consumate con moderazione, per evitare spiacevoli effetti indesiderati. Il loro effetto astringente può infatti provocare stitichezza. Inoltre, a livello precauzionale, è meglio evitarne l’assunzione in gravidanza e in allattamento. Se assumi farmaci, chiedi consiglio al tuo medico per evitare interazioni pericolose.

Fonte foto: https://pixabay.com/sk/photos/ostru%C5%BEina-bobule-chutn%C3%A9-jes%C5%A5-1265600/

ultimo aggiornamento: 31-08-2019