Gli alimenti senza lattosio si rivelano indispensabili per tutti coloro che non riescono a tollerare questa sostanza. Scopriamo quali sono i principali e come riconoscerli.

Quando si parla di alimenti senza lattosio, si intendono quei cibi che in natura non ne contengono o che ne vengono privati durante la fase di lavorazione. Con il passare del tempo, questi ultimi stanno aumentando di anno in anno, rendendo la vita più semplice a chi ha difficoltà in tal senso o a chi, più semplicemente, preferisce mangiare senza lattosio per mantenersi più leggero.

Quali sono gli alimenti che non contengono lattosio

Andando ai cibi senza lattosio, quelli che ne sono naturalmente privi sono tutti quelli di origine vegetale. Spiccano quindi, frutta (sia fresca che secca), verdure e farine.

latte
latte

Allo stesso modo, tra i prodotti senza lattosio ci sono anche le uova, il pesce e la carne. Questi però devono essere naturali. In versione processata e quindi sotto forma di salumi, potrebbero infatti contenerne. In tal caso è importante controllare le etichette per accertarsi di tutti gli ingredienti aggiunti. Andando ai latticini, solitamente ricchi di lattosio, molti vengono ormai prodotti senza lattosio. Per riconoscerli, basta affidarsi alla dicitura riportata in etichetta.

Tra i latticini senza lattosio ci sono ad esempio mozzarelle, fiocchi di latte, yogurt, latte, ricotta, etc… Questi, oltre che per chi soffre di intolleranza al lattosio si rivelano molto utili anche per la dieta senza lattosio per dimagrire.

Lista degli alimenti senza lattosio: come comprenderne le quantità esatte

Sul web esiste una tabella di alimenti senza lattosio alla quale ci si può riferire per capire quali sono gli alimenti che ne contengono di più. Tra i tanti spicca ad esempio il latte di mucca scremato. Andando a quelli che non ne contengono ci sono invece il parmigiano, il grana, il pecorino stagionato, la fontina, il provolone e pochi altri.

Per andare sul sicuro è sempre meglio controllare per bene le etichette, acquistare solo formaggi dichiarati come senza lattosio e fare attenzione a tutti i prodotti processati e nei quali il lattosio potrebbe essere aggiunto in un secondo momento. In questo modo si potrà mangiare con maggior tranquillità e senza correre rischi.

Riproduzione riservata © 2021 - NB

ultimo aggiornamento: 25-11-2021


Alga spirulina per dimagrire: come funziona