Acidulato di riso: un’alternativa sana al sale

Aceto di riso: tipologie, colori e utilizzi nella cucina orientale per arricchire piatti e pietanze di ogni genere!

L’aceto di riso è un prodotto le cui origini arrivano dal continente asiatico. Il sapore che lo contraddistingue è delicato e dolciastro e viene utilizzato molto nella cucina giapponese per la preparazione del sushi, ma anche in quella cinese, vietnamita e coreana.

Generalmente si possono distingue tre tipologie di aceto di riso, ovvero tradizionale, nero e rosso. Quello tradizionale ha il classico colore bianco e ha un sapore deciso. Quello nero ha un colore scuro e un gusto amarognolo, mentre quello rosso ha un colore ambrato e un piacevole gusto agrodolce.

Aceto di riso: proprietà

Una delle principale proprietà dell’acetato di riso è l’essere un ottimo antisettico e antibatterico. Si dimostra, infatti, un alleato delle difese immunitarie, in quanto riesce a tenere lontano microbi e batteri. Per questo motivo si consiglia di utilizzarlo per la preparazione del sushi.

Molto valido anche come depurativo e drenante. Da provare per condire insalate ricche di proteine e sali minerali. Aiuta a eliminare i liquidi in eccesso e a combattere la ritenzione idrica.

Il potere energizzante di questo aceto è riconosciuto per via dell’alto contenuto di vitamine e nutrienti utili a contrastare stanchezza e spossatezza.

Infine, è un ottimo antiossidante naturale in grado di contrastare i radicali liberi e quindi di prevenire l’invecchiamento della pelle e di preservare il benessere delle cellule.

Aceto di riso: come usarlo?

L’aceto di riso è un ingrediente tipico del sushi che gli conferisce quel gusto bilanciato tra dolce e amaro. Per essere utilizzato è necessario miscelarlo con un poco di sale e di zucchero in modo da trovare il giusto equilibrio per esaltare il sushi.

L’acidulato di riso può essere utilizzato al posto del sale e dell’aceto di vino. Perfetto per condire verdure, legumi e cereali e per dare un sapore meno acido rispetto l’aceto. Ottimo anche per condire insalate estive a base di pesce, carne o verdure miste.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/olio-olio-d-oliva-olio-di-noci-3114256/

ultimo aggiornamento: 20-09-2018

Redazione Tutorial

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures